°*°Pane con il Fornetto della Nonna°*°







Non mi dimenticherò mai questa ricetta, ne tanto meno che insieme alla ricetta
sentii parlare per la prima volta del Fornetto della Nonna.
L'Annina Moroni ne parlava alla "Prova del Cuoco" e per me fu folgorazione,
quelle idee che si intersecano nelle pieghe del cervello!
L'oggetto del desiderio, il fornetto, lo trovai poco dopo su una bancarella a prezzo stracciato perchè ammacata.
Ma io nem
meno la vedevo l'ammaccatura, semplicemente non vedevo l'ora di provare
la ricetta dell'Annina!! Si trattava di diversi anni fa e da allora ne abbiamo fatta di strada insieme!



°
°
°
°
°



Ingredienti:


700 gr di farina
un cuchiaino raso di sale
tre cucchiai di olio extra vergine di oliva
1/2 (scarso) di lievito di birra
acqua q.b


Esecuzione:


Far sciogliere il lievito di birra in un bicchiere d'acqua fredda, devo aprire una breve parentesi sul lievito, la ricetta originale prevedeva l'utilizzo di quasi tutto il panetto di lievito,
con il tempo ho imparato a dosare meglio questo ingrediente, che secondo me altera un poco il sapore e poi rende poco digeribile il pane.
Così a forza di provare sono scesa a meno della metà, certo questo vuol dire maggiore tempo di lievitazione, ma il sapore decisamente ci guadagna.
Allora sciolto il lievito incorporiamo il liquido gradualmente sulla farina messa a fontana, ho impastato a mano perchè ho il robot a riparare, altrimenti si guadagna tempo.
Aggiungere il sale, l'olio, e lavorare fino ad avere un bell'impasto
sodo ma non duro.


Prima lievitazione:
coperta al calduccio, in una terrina,
aspettiamo pazientemente che l'impasto raddoppi.




La seconda lievitazione:
prendere l'impasto lavorarlo con delicatezza e un poco di farina, fare un salamotto e dividerlo in quattro parti uguali, disporli ad X nel fornetto bene imburrato, coprire e...


°°Aspettare°°


°°Aspettare°°


°°Aspettare°°

°
°
°


Fin quando si presenta così!

Cottura:

5 min. a fuoco medio basso
25 min. a fuoco basso
30 min. a fuoco medio basso.



A cottura ultimata rovesciare il pane dalla pentola e coprire con uno strofinaccio, perchè la nonnina, che sicuramente mi guarda da là su,
quando faceva il pane lo copriva con uno strofinaccio di lino per proteggerlo, fin quando non si raffreddava.

Farcitura:

(facoltativo) è l'deale per pic-nic, scampagnate, ecc,
si taglia come una torta, due tagli, si farcisce a piacere, maionese, pomodoro e mozzarella,
mortadella, ecc, ecc, poi si chiude con la pelliccola bene bene e si fa riposare qualche ora in frigo.

°
°
°

Ma un pochino vi ho incuriosita con questo
Fornetto della Nonna?
Share:

15 commenti

MEry ha detto...

che bell'aspetto e che bella idea....
voglio provare anche io!!!!!
ti farò sapere
MEry
http://asaflightofbutterfly.blogspot.com/

Simo ha detto...

Nooooo...ma anche io ce l'hoooooo il fornetto Versilia!
provo il pane, sisisisisi!
Grazie e buonissima domenica (mi son salvata la ricetta, eheheheh!)

guja ha detto...

Che buono ^-^!!!
Cristina

Roberta ha detto...

Mi hai fatto ricordare che mia nonna in quel fornetto ci faceva le torte e il pane al latte....mi sembra ancora di sentirne il profumo....
Una curiosità cos'è il bozzo?
buona domenica
Roberta

Di Cuore ha detto...

@ Roberta

un bozzo sarebbe un'ammaccatura sulla pentola dovuta ad una caduta
^__^! Correggo!
Anche la mia nonnina ci faceva dei ciambelloni favolosi e per noi bimbi era festa.


@ guja

è davvero buono, provare per credere!

Betty ha detto...

Ciao e buona domenica!
Grazie mille per questa bellissima ricetta, complimenti e grazie ancora per averla inviata alla mia raccolta.
Baci e buon domenica ancora.

Di Cuore ha detto...

@ Betty

grazie a te per questa bellissima idea!

@ Roberta

non hai mica la ricetta del pane al latte della nonna?

G.

matilda ha detto...

tanto, tanto tanto e lo sai... quello che mi spaventa sono i tempi. dove le trovo tre ore per cuocere questa delizia? per non parlare della lievitazione,che però fa da sè.
anch'io non sopporto il lievito. ora ho trovato una farina per pizza, biologica con il lievito madre già dentro liofilizzato. aggiungo acqua e olio e 4ore o più per lievitare. decisamente meglio. ma cottura forno a 20 min. ma, comunque, come non provare almeno il pane a forma di fiore? ciao ciao a prestissimo.
matilda

cali ha detto...

mi sembra di sentirne il profumo...
io non l'ho mai sentito nominare tale fornetto ma sembra eccezionale!!
come sempre complimenti, soprattutto per le foto.
buona domenica e buona primavera.
stefania

Grazia ha detto...

adesso mi tocchera' andare in giro a cercare 'sto benedetto fornetto della nonna...:)
mmmmmm che buono!!!

SABINA ha detto...

voglio il fornetto!

DENI ha detto...

Brava come sempre... lievito solo a guardare tue ricette...
Bacio
Deni

giufra ha detto...

Mamma mia che bontà!!! si riesce a sentirne il profumo e con queste foto meravigliose!! mannaggia non conosco questo fornetto, io ho la mdp, ma non credo sia la stessa cosa...dove si trova??? mi manca!!! Bravissima...ciao Antonella

Di Cuore ha detto...

@ giufra

la mdp è molto comoda, non devi nemmeno impastare! Con il fornetto c'è un po' da sgobbare, comunque si trova facilmente su bancarelle al mercato, o anche da Maury ho visto.

G.

Alicia ha detto...

MI PIACE MOLTO QUESTO PAN ...VOGLIO INTENTARE FARLO COSI (MI ITALIANO E PESSSSSSIIIIMOOOO) UN BESO!

© . | All rights reserved.
Blog Layout Created by pipdig