pan brioche




















Stavo pensando a quanto è simile
la vita ad un lievitato,
devi mescolare gli ingredienti,
dosandoli accuratamente, un po' di più
e rovinerai il sapore, di meno non lieviterà adeguatamente..
Aspettare poi pazientemente per valutare
i frutti.
Potresti aver fatto tutto per bene
ma non esserne comunque soddisfatta,
non rimane che ricominciare,
il segreto è non mollare.






















Capita anche che,
rocambolescamente e claudicante un po'
il risultato stupisce,
strana la vita...
.. quando ho messo a lievitare questo impasto
avevo il cuore triste,
 ero convinta di aver sbagliato.
Ho usato per la prima volta il lievito madre secco,
che mi è piaciuto perchè non ha il sapore del lbd
rendendo più gradevole il lievitato.
Impasto a mano e cottura in pentola fornetto.






















Ho miscelato 260g di manitoba con 260g di farina 00 e 25g di lievito madre secco in una terrina capiente dove ho poi aggiunto 180g di latte, 2 uova, 80 g di zucchero e impastato quando la massa ha assorbito gli ingredienti trasferisco il tutto su una spianatoia e lavoro aggiungendo 90g di burro morbido a fiocchi. Lavorare fin quando l'impasto risulta ben amalgamato e liscio, lasciare lievitara fino al raddoppio in luogo tiepido.
Prendere l'impasto e lavorarlo velocemente, poi dividerlo in tre e intrecciarlo per la lunghezza, riporre nella pentola infarinata e lasciare lievitare fin al raddoppio. Spennellare la superficie di latte e mettere a cuocere nel fuoco piccolo al minimo per 45m.






















Buona colazione
ma anche merenda.










Share:

21 commenti

Manuela Albanese - Cross Stitch Designer ha detto...

Ciao Giuliana,
anche io uso spesso il lievito madre secco, prima ne ero intimorita, poi a poco a poco me ne sono innamorata, non lascia nessun retrogusto, i lievitati sono soffici, devi assolutamente provarlo per focaccia e pizza, e per le pizze in padella il cornicione ha il sapore del forno a legna! Grazie per questo bel post!

Una Marmellata di Foto ha detto...

Non rimane che ricominciare il segreto è non mollare ...
Queste parole questa mattina sono un vero toccasana per me ... e non disdegnerei una fetta del tuo buonissimo panbrioche :-)
Ciao Giuliana
Verdy

Rosamerliza ha detto...

Beh, del lievito madre secco me ne parlerai ancora per favore perché vorrei provarlo! !
I tuoi post mai vero quanto questo... non mollare si il segreto l'hai scoperto... le really blogger esistono!!!!
Tua amica R

"di cuore" ha detto...

Manu lo preferisco senz'altro al ldb e lo adotto senza riserve, peccato non averlo scoperto prima!

"di cuore" ha detto...

Buon giorno Verdiana!! 😊

"di cuore" ha detto...

Rosy prima o poi… ;)

Francesca P. ha detto...

Sono corsa qui dopo aver visto la foto su Instagram... con questo dolce a darmi il buongiorno, l'umore migliore e per un attimo mi illudo che non piova... :-) Sto provando in questo periodo a fare dei lievitati, per ora uso il lievito di birra ma non sei l'unica a parlare bene del lievito madre secco e quindi devo assolutamente cercarlo! E come te, sono convinta che cibo e vita siano strettamente e poeticamente legati... quante assonanze, quanti rimandi...

Valentina Sabrina Palandro ha detto...

Che meraviglia, la vita e il tuo pan BRIOCHE !!

gilda ha detto...

Quanto è vero ciò che dici..
Le tue immagini sono belle quanto le parole :)
Il tuo buonissimo panbrioche sarà eccezionale,una fetta x me golosa..grazie ^___*
Gilda

Antonella Piemonte ha detto...

Bello! Io non ho mai usato questo tipo di lievito, ma ci proverò. A proposito di cose mai usate: cosa è la pentola fornetto? Io sono ignorante nel campo, ma questo già lo sai... ^^

"di cuore" ha detto...

ho capito che per questo è così bello far lievitati Francesca

"di cuore" ha detto...

Antonella che sei distratta!! E' una pentola magica che va sul fuoco con uno spargifiamma e cuoce come in forno!

Maria Erbaggio ha detto...

b ellissimo questo impasto ;) lo proverò...
ciao Maria

helena frontini ha detto...

Quando abitavo in Italia avevo una pentola così regalata da mio suocero. Quante torte fatte così! Questa ha un aspetto proprio bello. Adoro il modo come metti in rapporto la cucina con la vita. Ne potresti fare un libro!

Sara Arduini Perledicotone ha detto...

Quanto è vera questa somiglianza tra il vivere e il cucinare un lievitato, più ci penso più mi sembra azzeccata. Riesci sempre ad aggiungere "quel qualcosa in più" alle tue splendide foto e ricette, basterebbero loro a rendere questo blog fantastico ma i tuoi pensieri lo rendono perfetto.
Sara

laroby ha detto...

Carissima giuliana, più guardo i tuoi dolci ( perché me li guardo e riguardo spesso...) più mi vien voglia di prendere la pentola fornetto ( che ho conosciuto proprio grazie a te) ...adoro i lievitati e quando li preparo mi fanno bene all' anima...potere taumaturgico di semplici ingredienti ...farina acqua lievito... ! Un abbraccio

Manuela Menini ha detto...

Adoro il pan brioche e adoro queste foto, bellissime! un bacio, a presto

Silvia ha detto...

Che bontà! Complimenti!

Valentina Previdi ha detto...

che meraviglia questo pan brioche!! quanto sembra soffice!! ;)

Unknown ha detto...

Ciao Giuliana, ho fatto il Pan brioche nel fornetto ed e' venuto meraviglioso sia di aspetto sia per bonta' pero' ho dovuto cuocerlo mezz'ora in piu' rispetto al tempo da te indicato. Ho sbagliato qualcosa?
Lo Chiffon cake invece era perfetto, ha fatto un successone.
Grazie per condividere le tue meravigliose ricette
Dany

"di cuore" ha detto...

@ sconosciuto

non credo che tu abbia sbagliato solo che abbiamo dei fornelli diversi, con la pentola è da prenderci un po' confidenza come con un normale forno del resto.
Felicissima che la ricetta ti sia piaciuta e grazie per dirmelo, proprio oggi ne avevo bisogno..

Giuliana

© . | All rights reserved.
Blog Layout Created by pipdig