granola e yogurt fatto in casa





















-Portami uno yogurt con granola per favore-, forse non dice per favore dice solo portami..   A dire il vero lui non dice granola perchè non sa' che si chiamano  così,  dice;        -quella cosa li.. se po' magnà o je devi fa' le  foto?-    (...)  -Le foto le devo fare, vieni?-  :)  Ormai in casa c'è un certo fuggi fuggi quando ho da fotografare qualcosa, lei dice -no stavolta le fa' papà-  lui dice -no no stavolta tocca a lei- ^^ (alla figlia nb)
Stavolta lo yogurt con granola amore mio te lo sei proprio meritato, te lo porto con tutto il cuore, come amo quest'uomo! E' il mio modello preferito. (non solo perchè è l'unico)

In questa casa si fa un uso esagerato di cereali in combo con lo yogurt, si compra(va)no quelle vaschette con due recipienti in una lo yogurt e nell'altra i cereali, da mischiare. Poi la scintilla per questa  bellissima ricetta  tratta dal  libro di Irene Berni  'Quello che piace a Irene' la fatina del Valdirose, sono in adorazione, il libro è un susseguirmi di bellissime immagini scattate dall'autrice e ricette, facili ma di sicuro effetto,  sia dolci che salate.  Piccolissima parentesi, ho parecchi libri di cucina, essendo appassionata, per me questo è uno dei migliori se non il migliore perchè è autentico.





















'granola'



Mescola  80g di farro soffiato con 80g di mandorle spellate e 50g di gherigli di noci tagliuzzate grossolanamente, 100g di fiocchi d'avena, con 110g di miele (sciolto a bagno maria se necessario) con 3 cucchiai di olio di semi, rovescia tutto sulla placca del forno foderata con carta forno e con un cucchiaio schiacciare il composto compattandolo, cuocere per 30m a 180 gradi.
Aspettare che si raffreddi completamente per sgranarlo a piacere, a me piace lasciare dei bei pezzottoni scrocchiarelli, si conserva 15g in confezione ermetica.





















Poi, dico, fai la granola e non vuoi fare lo yogurt?  Non sia mai :) sapete che qui in casa 'giulianadicuore' si cerca di fare, sperimentare, voce del verbo comprare sta diventando sempre meno in uso e mi piace davvero davvero questa cosa!
In questo caso la scintilla parte dal lei ma.. avevo bisogno di maggiori informazioni, volevo esser presa per mano e accompagnata e solo lei con la sua precisione poteva essermi d'aiuto.
Se amate lo yogurt non potete non provarci e vi assicuro che non lo abbandonerete più.



















'yogurt fatto in caso senza yogurtiera'



Portate a bollore 1 litro di latte intero (non barate ci vuole proprio intero e freschissimo) togliete la cremina che si forma e mettete il latte a freddare coperto da un piatto, quando il latte avrà raggiunto una temperatura che può variare dai 38 max 40 gradi (avete necessariamente bisogno del termometro per alimenti) nei barattoli (pulitissimi) nel mio caso 4, ho distribuito 2 cucchiai di yogurt  (a me piace compatto quindi al super ho preso un compatto freschissimo Greco magro) , all'incirca un cucchiaino ciascuno e ho aggiunto un pochinino di latte, mescolato delicatamente  per poi riempire completamente di latte e chiudere col tappo.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Scaldare appena il forno per 60 secondi  a 50 gradi  e sistemare i vasetti il più possibile sotto la luce accesa del forno avvolti in strofinacci .  Preparateli la sera e la mattina al risveglio troverete la magia,  il vostro primo yogurt!
Accorgimenti, lavorare sempre al massimo della pulizia, muovere i vasetti con delicatezza, appena pronti trasferire in frigo dove si conservano in contenitore ermitici per 15g.
Conservare due cucchiaiate dello yogurt prodotto sarà lo starter del successivo e sarà sempre più potente.
























Share:

17 commenti

Jessica Di Giacomo ha detto...

La ricetta fa gola da morire, ma la parte del fuggì fuggì mi ha divertito un sacco!!

"di cuore" ha detto...

@Jessica Di Giacomo

E' la fotografia di una realtà!
^^
Però poi mi accontentano sempre,
non sono dei tesori?

Giuliana

Irene b ha detto...

Io sono incantata dalle foto dalle parole e dalle risate che riesci a farmi fare nonostante la febbre che mi accompagna da giorni ... Grazie 'di cuore' per questo post e per tutto il resto

"di cuore" ha detto...

@Irene b

Ma non ci pensare proprio!
^^
Sono io che ringrazio e che sarò per sempre in debito con te, soprattutto perchè mi hai insegnato molto più di quel che puoi credere, prima di tutto la positività, sempre.

Giuliana

Silvia ha detto...

Ogni tanto penso a quanto il blog ha "cambiato" la nostra vita... "Non toccare quello che è per le foto"!
Che ridere!!
E le tue, che foto, complimenti Giuliana! :)

"di cuore" ha detto...

@Silvia

Grazie ^^ sei gentilissima!

Giuliana

Francesca P. ha detto...

Capisco quell'adorazione, da quando ho il libro la provo anche io! Al punto che non so quale ricetta cucinare per prima perchè sono una più invitante dell'altra! Bellissime le foto, come la mano esce dal nero e si gode quel vasetto...

Roberta Granada M. Bortoluzzi ha detto...

Oi amiga, adorei todas as novidades do teu blog, seu blog continua lindo, trouxe uma poesia para você,beijokas
Deus te dá a lã e a agulha


E te diz: Crocheta o melhor que puder, um ponto de cada vez.

Cada ponto é um dia na agulha do tempo.

Depois de 12 carreiras de 30 ou 31 pontos,

Terás 365 pontos,

Em dez anos, cerca de 3650 pontos…

Alguns são pelo direito, outros pelo avesso…

Há pontos que se perdem…

Mas que podemos recuperar…

A lã que o bom Deus nos dá,

Para crochetar nossa existência, é de todas as cores:

Rosa como nossas alegrias, negra como nossos sofrimentos,

Cinza como nossas dúvidas, verde como nossas esperanças,

Vermelha como nossos amores, azul como nossos desejos,

Branca como a fé que temos nele.

Quantos pontos caberão no crochê de tua vida?

Só Deus é quem sabe !!

http://www.titacarre.com
http://elo7.com.br/titacarre

Gelmina ha detto...

Ormai anche in casa nostra si usa sempre meno la parola "comprare", di cosa sono felicissima! Lo yogurt non me ne faccio mancare quasi mai, sempre con cereali, crusca d'avena o farro, ma farlo in casa devo ancora provare. Grazie per la condivisione e l'ispirazione :)
Gelmina.

"di cuore" ha detto...

@Francesca

Capisco il tuo imbarazzo che era anche il mio ^^

@Gelmina

grazie a te per il commento
carinissimo e complimenti per il blog!

G.

Simo ha detto...

sono senza parole...quando passo di qua, resto incantata, sempre!
...devo assolutamente avere quel libro ;)
bacio

Tulla ha detto...

Adoro la granola fatta in casa :D
E anche lo yogurt, lo proverò di sicuro :)
Tulla

ANTONELLA MANFREDI ha detto...

Devo dirlo: Le Tue foto sono mozzafiato! Il Tuo mood un po' dark mi fa impazzire! Sai che il Tuo style fotografico mi ricorda molto quello della fotografa australiana Katie Q.Davis...stra-brava.
Antonella.

"di cuore" ha detto...

@ Simo

Grazie!!!
Se prendi il libro non te ne pentirai è davvero meraviglioso!

<3

@Tulla

provalo e non ne farai più a meno,
rispetto a quelli che si trovano in commercio è molto più buono.


@Antonella

ommiodio svengo!
Essere paragonata a lei è meraviglioso, stupendo, emozionante,
grazie grazie!!
^^


Giuliana



Daniela Tornato ha detto...

Ciao Giuliana, piacere di conoscerti, ti ho scoperta proprio adesso girovagando su pinterest mi sono imbattuta nelle tue bellissime foto, ne sono rimasta incantata, complimenti davvero sinceri!! sei proprio una bella scoperta!! :) a presto!! Daniela

manu ha detto...

mamma mia la granola la provero' di sicuro, lo yogurt purtroppo no, sono intollerante al lattosio e il latte intero mi ammazzerebbe uffaaaaaaaaaaaa

"di cuore" ha detto...

@manu

sai che puoi farlo con il latte e yogurt di soia usando lo stesso procedimento??

© . | All rights reserved.
Blog Layout Created by pipdig