brioche Svizzera





















Impasto ancora a mano che  è una cosa tutto sommato possibile anche se innegabilmente ha i suoi limiti e lo faccio con tanta passione e curiosità.  Preferisco i lievitati dolci (!) e la mia gioia più grande è riuscire a cuocerli (bene)  nella pentola fornetto, so' strana lo so' :)
Ogni volta è una sorpresa meravigliosa; come gli stessi ingredienti diano un prodotto diverso, nel sapore, nel gusto e nell'aspetto.
Quando ho visto su pinterest   questa foto    la forma del panino mi ha da subito incuriosita,  in un attimo ero in Spagna a leggere un   post   deliziosamente e dettagliatamente spiegato in ogni suo passaggio.
Al primo morso vi sembrerà di mangiare un croissant, tanto è profumato di burro (ma la quantità di burro è davvero minima) e  soffice (e rimane così per giorni) posso solo che consigliare di provare questi panini svizzeri   che in realtà è una ricetta spagnola ^^






















ingredienti


500g di farina 0
110g di zucchero vanigliato
10g di lievito di birra
200g di latte
2 uova + un tuorlo per spennellare
una presa di sale
2 cucchiaini di miele
80g di burro

















lievitino


In una terrina sciogliere il lievito in 100g di latte preso dal totale, aggiungere poi 100g di farina sempre presa dal totale e con una forchetta mescolare bene. Coprire con un foglio di pellicola e lasciar lievitare fin quando la superficie si riempie di bollicine.



















procedimento



Unire la farina rimanente, lo zucchero e  il sale mescolare bene, aggiungere poi il lievitino, il latte nel quale abbiamo sbattuto le uova e aggiunto il miele e impastare per bene il tutto con le fruste a spirale. Solo quando l'impasto comincia ad incordare aggiungere a piccoli fiocchi il burro, prima di aggiungerne ancora aspettare che il precedente sia assorbito.  Ho trasferito l'impasto sul piano da lavoro e cominciato ad impastare a mano per qualche minuto, lasciando riposare l'impasto ad intervalli di 10-15 minuti e impastando poi per 1-2 minuti questo fin quando l'impasto si presenta bello liscio e non più appiccicoso.   Lasciare raddoppiare la massa.  Imburrare ed infarinare abbondantemente la pentola fornetto.   







formatura




Riprendere l'impasto e delicatamente sgonfiarlo dall'aria, arrotolando sigillo con i pollici  ogni giro e formo un salamottone che divido poi in sette (circa) parti uguali.
E' importante la formatura della pallina non è solo estetica (anche se importante ^^)  ma serve soprattutto  a dare  forza all'impasto, così lieviterà  in modo corretto sia in larghezza che in altezza perciò prima ho fatto un giro di pieghe così e poi ho formato così :) Il mignolo e il pollice devono  sempre aderire al piano da lavoro (è il palmo della mano che spinge l'impasto) continuare a roteare fin quando la pallina acquista forza. 
Adagiare le palline così formate una accanto all'altra nella pentola,  coprire e aspettare il raddoppio.





















cottura



L'attenzione maggiore è da riservare proprio al momento della cottura, far lievitare troppo vuol dire non solo un cattivo prodotto in termini di sapore, si sente tanto il lievito di birra che al contrario non deve affatto sentirsi ma anche un lievitato seduto cioè tende a sgonfiarsi dopo la cottura formando delle rughette sulla crosta.  Al raddoppio delle palline, con una lama praticare un taglio superficiale al  centro di ogni una, spennellare poi con un tuorlo sbattuto con un poco di latte, per decorare ho aggiunto dello zucchero in grani sui tagli.
Sul fuoco piccolo a fiamma bassa per circa un ora.




















Anche se nella ricetta originale è prevista farina manitoba al momento non la sto usando perchè leggendo quà e la sembra che non sia proprio salutare, nel dubbio ;)
Per il burro vi consiglio di acquistare quello  bavarese  dell'eurospin o quello tedesco della lidl che trovo abbiano un sapore buonissimo, delicato e ad un costo davvero incredibile.
Spero che questo lievitato vi piaccia :) io ne sono  entusiasta!















Share:

10 commenti

Sara Coniglio ha detto...

Sembra molto buono e gustoso!!
Buon inizio settimana!!

un abbraccio
Sara
This is Sara

♥ sara ♥ ha detto...

è stupendo!

Monila Hand Made ha detto...

Fantastica....e in forno la potrò fare??

"di cuore" ha detto...

@Sara Coniglio

Lo è :)
Grazie anche a te!

@sara

grazie mille :)

@Monila

si certo che puoi!


Giuliana

Anna Rita Granata ha detto...

Sofficissimi e ottimi per la colazione accompagnati da una buona marmellata :)
mi segno la ricetta...adoro i lievitati soffici e dolci.
Buona settimana ,
Anna

Antonella Piemonte ha detto...

DEVO acquistarla questa pentola! Non appena verrò a novembre mi devi portare nel posto dove l'hai presa! Adoro ciò che prepari (eh, ma sei brava tu mica la pentola!).

"di cuore" ha detto...

@Antonella

sei un tesoro non vedo l'ora di riabbracciarti!
:)

Giuliana

Sara e Laura-PancettaBistrot ha detto...

Meraviglia, magari sarà la prossima ricetta che proveremo! Impastiamo a mano anche noi non avendo la planetaria...mettere le mani in pasta è sempre una bella sensazione! Bellissima e particolare la cottura nella ormai mitica pentola fornetto!
Un bacio

Anonimo ha detto...

Ciao Giuliana! spinta dalle tue bellissime foto ho comprato la pentola fornetto.....primo tentativo: la torta, a fine cottura si è sgonfiata! è diventata piatta e floscia! dovevo forse farla raffreddare col coperchio? ciao e complimenti
liza

"di cuore" ha detto...

@anonimo

:(
potresti non averla cotta abbastanza o anche averla fatta lievitare troppo...
Però sai che da come la descrivi tu non sembra un lievitato ma un dolce mal cotto.. cioè cotto poco, forse hai seguito un altra ricetta?

Giuliana

© . | All rights reserved.
Blog Layout Created by pipdig