finto pandoro sfogliato in pentola fornetto versilia veloce e buonissimo












Se hai provato il 'finto panettone facile' devi assolutamente provare anche il 'finto  pandoro facile' questo è un pandoro che tutti possono fare perchè non serve l'impastatrice, non necessita di nessuna lavorazione particolare e soprattutto non si impasta  devi solo mescolare fra loro gli ingredienti e metterli in frigo a maturare per almeno 24 ore fino ad un massimo di 48.
Il finto pandoro facile è il classico dolce del Natale, morbido e burroso,  si serve con un abbondante spolverata di zucchero a velo e accontenta tutti.
Il finto pandoro facile non è il classico pandoro, per fare quello ci vogliono tanto lavoro, lievito madre, impastatrice e una mano molto allenata, ma comunque vi assicuro e che è un valido sostituto per chi desidera cimentarsi in casa e preparare con le proprie mani qualcosa di buonissimo che si avvicina molto come sapore ed è estremamente soffice  e burroso proprio come il classico ma con meno passaggi e meno fatica.
Il primo passaggio è quello di mescolare fra loro gli ingredienti, lasciarli riposare due tre ore a temperatura ambiente e poi riporre il composto in frigo dove avrà tutto il tempo di maturare e formare la maglia glutinica senza la nostra azione  e neanche quella di una macchina, solitamente in queste ore raddoppia se la temperatura in frigo non è particolarmente fredda.
Dopo il periodo trascorso in frigo, decidete voi se 24, 36, 48,  l'impasto  va lasciato fuori per tornare a temperatura ambiente, poi va lavorato, sfogliato, infine va messo nella pentola fornetto versilia a cuocere o se preferite in forno con il classico stampo a stella.
Ma che cosa è la sfogliatura? Si procede preparando una sfoglietta di burro, questa verrà piegata in varie fasi nell'impasto del panettone, il risultato? Una leggerezza simile ai cornetti, profumata e super golosa.
Ho  cotto il pandoro senza impasto facile  nella a pentola fornetto versilia da 24 cm.















ingredienti



250 gr di farina manitoba
200 gr di farina 00
40 gr di burro
30 gr di cioccolato bianco
1\2 scorza di limone
1\2 scorza di arancia
1 cucchiaino di miele
vaniglia
3 uova
2 tuorli
60 gr di latte
60 gr di acqua
2 gr di lievito fresco di birra
130 di zucchero
presa di sale


per la sfogliatura


110 gr di burro di ottima qualità



per guarnire


zucchero a velo











  • Disponete il latte con l'acqua in un pentolino e spostatela sul fuoco a stiepidire, scioglieteci il lievito di birra e lasciate riposare il composto.
  • In un secondo pentolino disponete il cioccolato bianco fatto a pezzettini, 40 gr di burro anch'esso a pezzettini, il miele, le scorze degli agrumi e la vaniglia (vanillina i semi di una bacca, come preferite) aggiungete poi un cucchiaio di latte e spostate sul fuoco o nel micro onde a sciogliere il tutto sempre mescolando per evitare che si attacchi, lasciate riposare.
  • In una ciotola versate lo zucchero e le uova sgusciate assieme ai tuorli e la presa di sale con una forchetta mescolate bene sbattendo vigorosamente. Aggiungete in seguito i liquidi e successivamente le farine, mescolate bene per amalgamare bene. 
  • L'impasto vi apparirà come una pastella rinforzata pittosto liquida.
  • Lasciate il composto, coperto con della pellicola a temperatura ambiente per due o tre ore circa o finchè non noterete che comincia a lievitare quello è momento di trasferire il composto  in frigo.











  • La mattina presto trascorse le ore necessarie, prendete l'impasto dal frigo e lasciatelo a tornare a temperatura ambiente (circa due o tre ore)
  • Infarinate un piano da lavoro e con una spatola raschiate i bordi della ciotola per far scendere bene tutto l'impasto, lavoratelo velocemente infarinandovi le mani.
  • Procedete ad esercitare un giro di pieghe per dare forza come da video.








  • Vi consiglio di esseguire più volte le pieghe, fino a che sentirete che l'impasto comincia a prendere una consistenza soda.












  • Lasciate riposare l'impasto per circa un ora coperto da pellicola e intanto preparate la sfoglia di burro.
  • Prendete il burro lasciato a temperatura ambiente per qualche minuto, mettetelo fra due fogli di carta forno e con l'aiuto di un mattarello stendetelo in una sfoglietta di circa 20x35 cm e riponetelo in frigo fino al momento di usarlo.










  • Trascorsa l'ora di riposo con il mattarello stendete  l'impasto in una sfoglia rettangolare, il doppio della larghezza  del burro, l'altezza invece dovrebbe essere all'incirca la stessa, lasciate comunque una cornicetta di un centimetro.
  • Prendere il burro e staccate il foglio di carta forno solo da un lato con delicatezza, posizionatelo al centro con il lato corto sul lato lungo dell'impasto e farlo aderire, con una mano  tenete il burro in modo tale che non si spezzi  e con l'altra staccate  delicatamente la carta.
  • Chiudete  a pacco con la pasta il burro, i lembi si toccano appena non dovrebbero sovrapporsi, sigillate delicatamente. 
  • Con il mattarello e facendo una leggera pressione stendete  un poco l'impasto e  lo chiudetelo a portafoglio. 
  •  Pacchetto e primo giro fatto :-)
  • Riponete  il pacchetto così composto lasciando i lembi sotto  in frigo coperto da pellicola per circa mezz'ora.
  • Riprendete  l'impasto e posizionate  la parte lunga davanti a voi, con il mattarello stendetelo  fino a farlo diventare il doppio, chiudete  a portafoglio e riponete in frigo  con i lembi in sotto per mezz'ora.
  • Effettuate un terzo giro di pieghe allo teso identico modo del secondo.
  • Dopo il terzo giro di pieghe lasciate riposare in frigo ancora per 30 minuti poi tiratelo fuori e formate una palla.













  • Imburrate e infarinate la pentola fornetto versilia, la misura consigliata per questa preparazione è la 24 per un effetto altissimo ma va bene anche la 26 cm.
  • Con le dita cercate di appiattire la parte centrale della palla e con l'aiuto di cutter rotondo tagliate la parte centrale (saltate questo passaggio se non cuocete il finto pandoro nella pentola fornetto versilia)













  • Inserite l'impasto nella pentola a lievitare.
  • Per il raddoppio orientativamente sono necessarie 5 ore, non avvicinate l'impasto a fonti di calore perchè potrebbe sciogliersi il burro.










  • Al raddoppio spennellate la superficie del pandoro con dell'albume sbattutto con dell'acqua.









  • Sistemate lo spargi fiamma sul fuoco piccolo, quello del caffè e accendete la fiamma al minimo.
  • Collocate la pentola sopra lo spargi fiamma e chiudete con l'apposito coperchio in dotazione della pentola.
  • E' necessario a metà cottura coprire con della stagnola la superficie del pandoro per evitare che bruci.
  • Lasciate cuocere così per circa 1 ora o fino a completa doratura.










  • Lasciate raffreddare il pandoro nella pentola rovesciata su di un lato per uno o due ore poi giratela su l'altro lato fino al mattino seguente.
  • Servite con abbondante zucchero a velo!!




'Consigli utili all'esecuzione'


Non è molto importante quando preparate l'impasto,  piuttosto quando lo tirate fuori dal frigo che dovrebbe  essere la mattina  molto presto altrimenti fra la formatura,  la fogliatura, la seconda lievitatura e la cottura rischiate di fare nottata.  Io ad esempio ho mescolato fra loro gli ingredienti nel tardo pomeriggio e poi 36 ore dopo di mattino presto l'ho messo fuori.












e non sai cosa è la pentola fornetto versilia, come si usa, dove comprarla guarda QUESTO post con tutte le FAQ che la riguardano.
Se vuoi puoi trovarmi anche su facebook sulla mia paginetta 'di cuore' o su instagram come  'giuianadicuore' a presto con una nuova ricetta!













Share:

2 commenti

Simo ha detto...

..che dirti?! Che è un capolavoro....
Un abbraccione cara

Giuliana 'di cuore' ha detto...

Grazie gentilissima 😊

© . | All rights reserved.
Blog Layout Created by pipdig